Volete conoscere l’altra Rimini?

Rimini non è solo quel “divertimentificio” tanto sbandierato che da un lato è il vanto dell’arte dell’ospitalità, ma che per anni ha messo in secondo piano tutto il patrimonio artistico, storico e culturale che possiede. Me lo dimostrano gli ospiti che via via soggiornano nella mia casa che, magari dopo una giornata in spiaggia, apprezzano la pace e i panorami che offre l’entroterra riminese, rimanendo sempre piacevolmente stupiti di ciò che non si sarebbero mai sognati di trovare qui. Rimini possiede un territorio a una manciata di Km dal mare caratterizzato da dolci colline ricche di storia e tradizione in un contesto paesaggistico che non ha nulla da invidiare alla splendida Toscana….

Il colle di Covignano, dove ci troviamo, sovrasta la città di Rimini ed è la porta per esplorare i territori limitrofi: colline a perdita d’occhio disseminate di viti e ulivi, borghi storici ognuno con la sua rocca, la sua storia e le sue tradizioni. Si può scegliere una tiepida giornata primaverile in sella a una bici e cominciare ad ammirare i panorami che si aprono oltre ogni curva o leggero pendio…

Alla scoperta della città: itinerario per vivere Rimini

A parte gli innumerevoli parchi tematici del divertimento, le discoteche, le sagre e i mercatini su cui avrete ogni tipo di informazione appena arrivate a Rimini, suggeriamo di scoprire il suo centro storico e il suo entroterra sconosciuti ai più, ma che desteranno in voi stupore e ammirazione:

Partendo dal piazzale Fellini, proprio sotto il Grand Hotel (avete presente Amarcord?),  dalla fontana dei 4 cavalli vi invitiamo a percorrere un cammino a ritroso verso il centro della città, passando per il porto canale con il suo Faro, fino ai caratteristici vicoli colorati del borgo S.Giuliano, pieno di personaggi rubati da/a Fellini per i suoi film onirici,  attraversate il millenario ponte di Tiberio e in pochi passi arriverete al cuore di Rimini, la piazza Cavour per dissetarvi alla fontana della Pigna e sedervi sulle gradinate per osservare il viavai cittadino. Poco oltre, appena fuori la piazza si staglia l’imponente Rocca Malatestiana, che spesso ospita mostre ed eventi prestigiosi, mentre il mercoledì ed il sabato accoglie intorno a sè il grande mercato cittadino.

In un’altra piazza poco distante (piazza Ferrari) da non perdere la Domus del Chirurgo e i suoi mosaici, ultima scoperta archeologica. Proseguendo sul Corso d’Augusto, non disdegnando le vetrine e le numerose gelaterie artigianali, giungerete all’Arco d’Augusto e al parco Cervi, da cui si può raggiungere nuovamente il mare……prima però fate una piccola inversione a U perchè non dovete perderVi il Tempio Malatestiano, ovvero il Duomo della città, testimonianza dell’ingegno del grande Leon Battista Alberti. Questi i siti principali, ma siamo sicuri che, durante questa passeggiata, scoprirete da voi altri angoli incantevoli, che magari non sono segnalati neanche dalle guide turistiche.

Il Colle di Covignano

una incantevole oasi verde che sovrasta il centro di Rimini e le sue spiagge, il colle di Covignano o Paradiso si raggiunge in pochissimi minuti e regala sul suo culmine (vedi parcheggio del rist. La Chiacchera) una vista a 360 a su tutta la costa. Zona residenziale fin dai primi del ‘900, offre locali con specialità romagnole (piadina, cassoni, tagliatelle), ma anche il Santuario delle Grazie, il museo degli Sguardi, l’Abbazia di Scolca. Da qui verso fuori le ville si diradano lasciando il posto a case di campagna e ad un susseguirsi di uliveti, le strade diventano percorsi per ciclisti amanti del sali-scendi delle colline che portano a mete cultural-culinarie quali Verucchio, Santarcangelo di Romagna, San Marino…

è d’obbligo una sosta romantica all’imbrunire sulla balaustra del piazzale della Abbazia di Scolca (San Fortunato).

per godere della vista del litorale fino a Gabicce e oltre.